Tanto di cappello!

Si tanto di cappello, per la disciplina, ma anche per l’intelligenza politica che Michele Curto, “maltrattato” dalla dirigenza di Sel, dimostra ampiamente con questo post che mi pare giusto riportare qui, su questo blog che ha seguito la vicenda primarie da vicino, a complemento di tutto quel che è stato scritto.

Cari amici,

in questi giorni abbiamo discusso a lungo sulla composizione delle liste, abbiamo chiesto diverse cose ai nostri organismi nazionali, in particolare il rispetto del risultato delle primarie e del loro valore democratico, abbiamo ottenuto alcune risposte.

Le primarie sono state un momento di partecipazione democratica, uno sforzo collettivo che abbiamo fatto insieme, determinando un chiaro indirizzo politico, ora dobbiamo conservare e capitalizzare quella spinta. Le liste definitive della camera Piemonte 1 prevedono due candidature indicateci dal nazionale coerenti con questo indirizzo politico e che porteranno un grande valore aggiunto alla nostra campagna elettorale. Ad aprire la lista sarà Giorgio Airaudo leader storico della FIOM, un simbolo delle lotte tese a riconquistare il diritto alla rappresentanza sindacale e i diritti dei lavoratori, un altro dalla schiena dritta insomma. Certo un successo per la federazione di Torino e per le scelte da noi portate avanti in questi due anni. Dopo ci sarà Celeste Costantino, una splendida figura che rappresenta appieno tutto lo spirito con cui SEL ha lavorato sui temi dell’antimafia e sull’emersione di figure giovani e impegnate. Celeste è stata candidata anche sul collegio della Liguria, proprio per farsi portatrice nel nord Italia di una istanza imprescindibile per il nostro partito: l’attenzione per la legalità ed il contrasto alle mafie. Coerentemente con questo disegno Celeste opterà per il collegio della Liguria, perché qui a Torino questi temi sono già ben rappresentati dalla mia candidatura.

Questo permetterà nel caso di un buon risultato di Sinistra Ecologia e Libertà, di portare Giorgio e Celeste in parlamento, ma anche me e Carla Mattioli potremmo, con il vostro aiuto, giocarcela. Per far questo ovviamente è necessario impegnarci tutti per fare la differenza.
Come ho sempre detto la sinistra non deve solo contare i voti, ma farli contare, per questo certamente oltre a me e Carla che avete scelto, Giorgio e Celeste sono ottimi compagni di strada.
Ora è il momento di ripartire, l’obbiettivo comune è di portare al governo del paese le nostre sensibilità e i nostri temi cercando di contribuire ad un governo di centro sinistra autonomo e alternativo rispetto alle forze politiche di centro e ai poteri finanziari.

Michele Curto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...