Ho partecipato con somma delusione alla riunione di Torino che ha partorito un documento conclusivo veramente povero, sono estremamente deluso da questa “cosa arancione”. Io continuo a percorrere la strada di Sel che, pur avendo gli stessi problemi d’infiltrazione ha, secondo me, degli anticorpi robusti. Nel mio circolo di Collegno sicuramente!

Il Diavoletto

Pappa e ciccia!

la mia sensazione è questa: che loro devono pur  far vedere di fare un minimo di opposizione però alla fin fine fanno parte dello stesso sistema. Non proprio una Casta, ma una Castetta. Mi domando e dico, se al posto di Luigi Caroli ci fosse stato Tonino Piccoli, le cose andrebbero meglio? E ampliando lo sguardo se al posto di Monti mettessero Casini?

Ecco il Comunicato Stampa dell’UDC che pubblico volentieri.

Le indicazioni erano chiare: “MARTEDì 18 DICEMBRE ORE 17.30 presso la sala Mario Marino Guadalupi Palazzo di Città in Piazza Matteotti”. Ci siamo messi in macchina io e Pino, siamo entrati nel centro di Brindisi, abbiamo parcheggiato vicino al Catasto e ci siamo diretti al Municipio. Volevamo seguire l’incontro di CAMBIARE SI PUO’. Siamo entrati in una sala al primo piano, freddo siberiano peggio che nella Russia staliniana. C’era un signore anziano…

View original post 170 altre parole

Annunci

3 thoughts on “

  1. Reblogged this on Un Paese più… dipende da noi! and commented:

    Ho partecipato con somma delusione alla riunione di Torino che ha partorito un documento conclusivo veramente povero, sono estremamente deluso da questa “cosa arancione”. Io continuo a percorrere la strada di Sel che, pur avendo gli stessi problemi d’infiltrazione ha, secondo me, degli anticorpi robusti. Nel mio circolo di Collegno sicuramente!

    • Io ne sto parlando sui miei blog, da un pezzo in maniera dialettica; senza preconcetti ne censure. I miei blog vanno letti per intero, sopratutto nei commenti. In quanto all’impegno politico per me è obbligatorio, chi difende la mia famiglia, i miei figli, Bersani? Vendola? No, Giacomo Nigro!
      ***
      Vi dico di amare la politica: non c’è scienza più alta e nobile. Se non ti interessa la politica, non ti interessa la vita! Disprezzare la politica è disprezzare se stessi. I politici non sono tutti uguali: quando diciamo così, facciamo un favore ai cattivi, ai disonesti e agli stupidi. Poi c’è il diritto di voto: per esprimere questo desiderio, sono dovute morire migliaia di persone. La cosa più terribile è tirarsi fuori. È come scegliere Ponzio Pilato. (Roberto Benigni)
      ***
      Io non uso scienza o preconcetti, ma la mia esperienza diretta. Un partito è fatto di uomini non necessariamente concordanti, anzi la dialettica è il sale della politica. I cosidetti soggetti politici nuovi, purtroppo, sono espressione del peggior difetto degli italiani in politica: il trasformismo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...